EP

Ascion – Public Head

Written by Futurismi

Un orizzonte infinito. Inizia la fuga. Movimenti prima calmi ora frenetici, alla ricerca del calore permeante per scappare da queste lande oppressive. Un calore che non tarda ad arrivare e offre compagnia nell’ansioso dedalo di strade fumose. Scende la sera che offre riparo, un tempio immersivo, oasi di godimento fatto di azione cadenzata. Rossi filamenti di neon guizzano nella periferia della vista, vetro sciolto che irretisce i circuiti neurali sotto acido e riaccende la voglia di fuga. L’Acido Rosso torna a fare il suo effetto. Tempo di ritornare allo scoperto e darsi da fare, un luccicante derma applicato riavvia il sistema verso piani dimensionali inesplorati, verso luci dalle qualità extraterrestri. Un carnevale allucinante di ritmi ossessivi ingabbia il sistema nervoso in un labirinto di frequenze eccitanti, le sensazioni si mescolano tra ansia e rilassamento lanciando la mente in un ciclo infinito.
Così il neuromante Ascion, nome d’arte di Pasquale Ascione, con Public Head ci fornisce una pillola di adrenalina cyberspaziale – disponibile tramite 3TH Records, label co-gestita da Ascion con Lucindo e D.Carbone – che dimostra, se mai ce ne fosse ancora bisogno, tutto il valore di questo manipolatore del suono.

 

A never ending horizon. The run begins. Slow movements lead to frantic ones, in order to escape from these oppressive landscapes and look for a little warmth. It doesn’t take too long for the heat to reach us and to escort us to this anxious maze of foggy streets. Then the night, offering shelter, just as an immersive temple, a delightful oasis made of rhythmic action. Red neon filaments flash in the corner of your eye, melted glass which meshes the neural circuits and turns on the desire to escape again. You’re still under the effect of the red acid, uncovered and trying to get back on track, when you realize you’re on your way to reach unexplored dimensional planes, towards alien-like glares. An hallucinating carnival made of rhythms coops your nervous system up, in an exciting-frequencies labyrinth, where the feelings range between anxiety and slack and throw your mind into an endless loop. The “neuromancer” Ascion, real name Pasquale Ascione, serves up this cyber-space adrenaline pill, on a silver plate called 3TH Records, label managed by D. Carbone, Lucindo and Ascion himself. This record demonstrated, if that is even needed, the huge talent of this sound-manipulator.

 

About the author

Futurismi

Leave a Comment