Podcast

FUTURISMI Podcast 22 – Body Boys

Written by Futurismi

Se c’è un’etichetta che non andrebbe mai persa di vista per sperimentazione e qualità, quella è la Opal Tapes. Ciò che rende la label così speciale sono gli artisti singolari e fini, selezionati con attenzione e criterio.
Body Boys esordisce sulla label inglese nel 2013 con Growth Window, continuando con l’ottimo No Face due anni dopo e Hood Spectrum nel primo trimestre di quest’anno. Body Boys è stato in grado nel tempo di creare delle texture sonore singolarissime, a cavallo tra techno e ambient, che restano morbide anche nei momenti più ritmati. Ora mettetevi comodi, liberate la mente e lasciatevi avvolgere dalle melodie struggenti e malinconiche del mix che l’artista americano ci ha regalato.


If there’s a label that you should never lose sight of, that is definitely Opal Tapes. What makes this label so special is its array of unique and fine artists, selected with discernment and care.
Body Boys debuts on the english label in 2013 with Growth Window, followed by the excellent No Face two years later and Hood Spectrum in this year’s first quarter. Throughout the years, he has been able to create exceptional textures in-between techno and ambient, managing to remain delicate and subdued even at its most rhythmical peaks.
Now sit down, free your mind and let yourself drag into the gloomy sounds of this mix that the american artist prepared for us.

Also available on YouTube.

About the author

Futurismi

Leave a Comment